domenica 20 ottobre 2019
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Enologia
Quando si parla di “macerazione a freddo”?
A. Quando questa fase della vinifi cazione viene compiuta immediatamente dopo il conferimento delle uve in cantina
B. Quando le uve, ancora intere, vengono lasciate a 0 °C per circa una settimana prima della pigiatura
C. Quando il pigiato viene lasciato a bassa temperatura per alcune ore prima dell’avvio di fermentazione
D. Quando a un vino finito viene aggiunta dell’uva intera, appena vendemmiata

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Trebbiano Giallo b.
Etimologia.
Appartiene all’ampia famiglia dei Trebbiani. È noto anche come Trebbiano dei Castelli, Trebbiano di Frascati e Trebbiano Giallo di Velletri, dal momento che si trova soprattutto nella zona dei Castelli Romani.
Origini.
Questo vitigno sembra essere originario della zona dei Castelli Romani. La prima descrizione risale al 1825. Fu l’Acerbi ad analizzare le caratteristiche di questa varietà di Trebbiano, connotato, secondo le sue parole, da “acini aurei”.
Diffusione.
È diffuso prevalentemente nei dintorni di Roma, mentre compare con minore frequenza nelle regioni limitrofe al Lazio, Toscana e Umbria. Sporadica la presenza in Lombardia, nella Doc Garda Colli Mantovani.
Ambiente.
Il territorio di produzione comprende per intero la zona dei Castelli Romani, la più importante della regione nel settore vitivinicolo. Qui il terreno è ricco di sali di potassio e di fosforo, mentre i laghi esercitano un’azione mitigatrice, creando particolari microclimi.
Storia.
Gli antichi Romani per secoli preferirono ai vini laziali quelli della vicina Campania, celebrandoli con alte lodi. Troviamo invece vini locali nella carta dei vini della corte papale, ad esempio nel XVI secolo con il papa Paolo III Farnese, grande estimatore di vini.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Lazio
Aleatico
Bellone
Bianco Dritto b.
Cannaiola di Marta n.
Cesanese n.
Greghetto n.
Malvasia del Lazio b.
Moscato di Terracina b.
Nero Buono di Cori
Ottonese b.
Passerina
Trebbiano Giallo b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy