mercoledì 12 dicembre 2018
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Come si beve
Che cos’è l’“unghia” del vino?
A. La formazione di un deposito sul fondo della bottiglia
B. La caratteristica nota “graffiante” dei vini tannici
C. Lo strato sottile di vino che si crea inclinando il bicchiere
D. La sfumatura giallastra che assumono i vini bianchi troppo invecchiati

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Maceratino
Etimologia.
Il Maceratino è così chiamato perché è un vitigno maggiormente diffuso nel territorio della provincia di Macerata.
Origini.
Poco si sa dell’origine di questo vitigno, da lungo tempo conosciuto nelle Marche, anche se le ipotesi più accreditate lo vogliono facente parte della grande famiglia dei Greci.
E’ anche conosciuto come Greco fino o Verdicchio marino.
Diffusione.
Il Maceratino è un vitigno diffuso esclusivamente in limitate zone di produzione della provincia di Macerata ed in quelle confinanti di Ancona ed Ascoli Piceno, dove concorre come vitigno fondamentale nella produzione del Bianco Piceno e dei Colli Maceratesi.
Ambiente.
Macerata, che da' il nome al vitigno e alle colline dove vengono coltivate le viti del "Bianco", sorge al centro di una zona collinare a forte vocazione vitivinicola che comprende l'intero territorio della provincia di Macerata ed il comune di Loreto, in provincia di Ancona.
Storia.
La Storia della Provincia puo' essere suddivisa in 4 periodi Principali, nei quali Piceni, Romani e civiltà medioevali si sono susseguite, segnando la nascita delle più importanti città, delle Abbazie e dei Comuni.
Macerata nacque dall'unione del Castello di Ottifredo e del Poggio S. Giuliano nel XII secolo. Cosi la comunita' si ingrandi' e si sviluppo' grazie alla sua posizione neutrale rispetto ai conflitti tra guelfi e ghibellini.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Marche
Albanella b.
Bianchello b.
Garofanata b.
Maceratino
Montepulciano n.
Morettone n.
Pecorino b.
Verdicchio
Vernaccia Nera n.
Vissanello b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy