domenica 23 settembre 2018
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Dove si parla di vino
Chi ha dipinto la tela intitolata Il bevitore?
A. Umberto Boccioni (1882-1916)
B. Giacomo Balla (1871-1958)
C. Giorgio De Chirico (1888-1978)
D. Renato Guttuso (1912-1987)

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Verdicchio
Etimologia.
Il nome Verdicchio, come per numerosi altre varietà (Verdello, Verdiso, Verdeca etc.) si riferisce all’inteso colore verde delle uve.
Origini.
Già i Romani apprezzarono molto il vino bianco locale, come risulta dagli scritti di Catone, Varrone e Plinio il Vecchio. Dopo la caduta dell’Impero, si hanno citazioni sul Verdicchio in occasione del passaggio nelle Marche dei Visigoti.
Diffusione.
I comuni interessati alla produzione del Verdicchio sono 30 tutti ricadenti nell’area collinare della provincia di Ancona con fulcro nei Castelli di Jesi. Si estende fino alla valle del Nevola, a Nord, e a tre Comuni limitrofi del maceratese a Sud.
Ambiente.
La zona di produzione del Verdicchio dei Castelli di Jesi va da Corinaldo a San Mariano, da Apiro a San Vettore e a Morro d’Alba. La zona dei Castelli, ad esclusione dei territori posti a sinistra del fiume Misa e dei Comuni di Ostra e Senigallia, si produce il Verdicchio denominato Classico.
Storia.
Il vitigno Verdicchio è coltivato nella zona di Jesi, con tutta probabilità, da millenni. I Piceni, antica popolazione autoctona, potrebbero essere stati i primi ad allevarlo, utilizzando tecniche di viticoltura apprese dagli Etruschi.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Marche
Albanella b.
Bianchello b.
Garofanata b.
Maceratino
Montepulciano n.
Morettone n.
Pecorino b.
Verdicchio
Vernaccia Nera n.
Vissanello b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy