domenica 23 settembre 2018
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Dove si parla di vino
Chi ha dipinto la tela intitolata Il bevitore?
A. Umberto Boccioni (1882-1916)
B. Giacomo Balla (1871-1958)
C. Giorgio De Chirico (1888-1978)
D. Renato Guttuso (1912-1987)

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Bianchello b.
Etimologia.
Il nome Bianchello (o Biancame o Biancuccio o Greco di Bianchello) si riferisce al colore scarico delle uve e del vino che se ne ottiene.
Origini.
Il Bianchello contende all’altro vino bianco delle Marche, il Verdicchio, il merito di aver salvato Roma dall’esercito di Asdrubale, fratello di Annibale, che trovò la morte tra le colline del Metauro in una storica sconfitta, facilitata forse dal troppo vino bianco bevuto dai suoi soldati.
Diffusione.
Come Bianchello, questo particolare biotipo di Greco è diffuso solo in 18 comuni della provincia di Pesaro-Urbino.
Ambiente.
Il Bianchello del Metauro nasce de uve coltivate nel bacino imbrifero del fiume Metauro in provincia di Pesaro e Urbino. Le pendici esposte a sud e sud-ovest nelle medie e basse colline che dai contrafforti appenninici digradano verso il mare sono le più vocate alla coltivazione di questo vitigno.
Storia.
Sante Lancerio, il più ricco e importante scrittore di storia dell’enologia italiana del Cinquecento, cantiniere di Papa Paolo III, parla di Fano come città di “buon vino e belle donne”.
Anche Andrea Bacci, medico di Papa Sisto V e professore di Botanica all’Università di Roma, ricorda nel 1596 come “ottimi” i vini di Fano, tra cui il Bianchello del Metauro.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Marche
Albanella b.
Bianchello b.
Garofanata b.
Maceratino
Montepulciano n.
Morettone n.
Pecorino b.
Verdicchio
Vernaccia Nera n.
Vissanello b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy