sabato 23 novembre 2019
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Come si fa
Da 100 chilogrammi di uva vendemmiata quanti litri di vino si possono ottenere mediamente?
A. 60-70 litri
B. 10-20 litri
C. 40-50 litri
D. 90-100 litri

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Bianco d'Alessano b.
Etimologia.
Il nome richiama la tinta chiara della bacca. Tra i sinonimi si ricordano: Bianco di Lessame, Verdurino (per il tipico colore verdolino dei vini che se ne ricavano), Acchiappapalmento.
Origini.
Si tratta di un vitigno pugliese antichissimo, forse originario del basso Salento.
Nell’Ottocento era coltivato insieme ad altre uve, per esempio in abbinamento al Verdeca.
Diffusione.
Questo vitigno è presente in tutta la Puglia, principalmente nella zona dove si incrociano tre province pugliesi: Bari, Brindisi, Taranto. Lo troviamo dunque a Martina Franca, Locorotondo, Cisternino, Ostuni, nell’area dei trulli e nelle valli adiacenti.
Ambiente.
L’area delle Murge, caratterizzata da agglomerati di rocce calcaree che degradano dolcemente verso la costa adriatica, costituisce l’ambiente ideale per la crescita di questo importante vitigno a bacca bianca.
Storia.
La storia vitivinicola pugliese ha origini antichissime, anteriore all’arrivo di coloni fenici e greci. I romani apprezzavano le mirabili doti di questi vini, paragonabili all’amato Falerno.
Dopo i secoli bui del Medioevo fu il re Federico II di Svevia a promuovere la rinascita e la diffusione di vini e vitigni pugliesi.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Puglia
Bianco d'Alessano b.
Bombino Bianco b.
Bombino Nero n.
Francavidda b.
Impigno b.
Malvasia nera di Brindisi n.
Negroamaro n.
Notardomenico n.
Primitivo
Prunesta Pugliese n.
Susumaniello n.
Uva di Troia n.
Verdeca
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy