sabato 23 novembre 2019
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Come si fa
Da 100 chilogrammi di uva vendemmiata quanti litri di vino si possono ottenere mediamente?
A. 60-70 litri
B. 10-20 litri
C. 40-50 litri
D. 90-100 litri

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Perricone n.
Origini.
Conosciuto anche con il nome di Pignatello, questo vitigno autoctono siciliano ha origini antichissime, addirittura precedenti a quelle del Nero d’Avola. Coltivato da lungo tempo nella zona occidentale della Sicilia, dove veniva prevalentemente impiegato nella produzione del Marsala Ruby, nel corso degli ultimi decenni il Perricone si è notevolmente ridotto, risultando ora quasi a rischio di scomparsa.
Diffusione.
Il Perricone viene coltivato in Sicilia in alcune zone in provincia di Palermo, dove dĂ  origine, in associazione ad altre uve, alla DOC Monreale. Se ne conosce una sporadica presenza anche ai piedi del Vesuvio.
Ambiente.
La Doc Monreale prende il nome dall’omonimo Comune in provincia di Palermo, e la sua area di produzione è situata in un vasto territorio nell’ambito di questa stessa provincia. L’ambiente, prevalentemente collinare, gode di un buon clima, mitigato dalla vicinanza del mare e dalla presenza di una costante ventilazione.
Storia.
Costituita recentemente, alla fine del 2000, la DOC Monreale si declina in un’ampia serie di vini bianchi, rosati e rossi ricavati dalle principali varietà autoctone ed alloctone.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Sicilia
Carricante b.
Catanese Bianco b.
Catanese Nero
Catarratto Bianco Comune b.
Catarratto Bianco Lucido b.
Ciminnita b.
Citana b.
Damaschino b.
Frappato n.
Grecanico
Grillo b.
Inzolia b.
Malvasia di Lipari b.
Minnella Bianca
Nerello Mascalese
Nero D'Avola
Nero Grosso n.
Nocera n.
Perricone n.
Zibibbo b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy