venerdì 20 luglio 2018
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Enografia
Quale tra i seguenti abbinamenti tra vitigno e Regione è scorretto?
A. Aglianico in Campania
B. Sangiovese in Toscana
C. Nero d’Avola in Sardegna
D. Nebbiolo in Piemonte

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Moscato Rosa n.
Etimologia.
Il Moscato rosa deve il suo nome, più che al colore delle sue uve, all’intenso profumo di rosa dei vini che se ne ricavano.
Origini.
Le origini del Moscato rosa sono certamente molto antiche. Come per gli altri Mocati, infatti, si ipotizza un’origine greca ed una successiva diffusione in Dalmazia e in Istria e, da qui, sul finire del secolo scorso, nel Sud Tirolo.
Diffusione.
Attualmente il Moscato rosa è diffuso esclusivamente in alcne zone dell’Alto Adige e, in piccola misura, in Veneto ed in Piemonte.
Ambiente.
La superficie della zona di Termeno non supera i 20 kmq, che si estendono sui dolci pendii del versante alpino meridionale e su un fertile conoide alluvionale.
L'altitudine non elevata di questa regione e l’ottima configurazione del suolo si adattano particolarmente alla coltivazione del Lagrein.
Storia.
La felice ubicazione del territorio ne ha favorito una precoce colonizzazione e la viticoltura ha costituito la base economica della regione fin dal Medioevo.
Fin dall'alto Medioevo in opere letterarie e storiche si fa infatti menzione del florido commercio di questo vino, assai rinomato e pregiato.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Trentino Alto Adige
Casetta n.
Cenerente n.
Enantio
Lagrein n.
Marzemino
Montagna b.
Moscato Giallo b.
Moscato Rosa n.
Negrara n.
Nera dei Baisi n.
Nosiola b.
Pavana n.
Peverella b.
Rossara Trentina n.
Schiava Gentile n.
Schiava Grigia n.
Schiava Grossa n.
Teroldego n.
Turca n.
Verdealbara
Vernazzola b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy