sabato 07 dicembre 2019
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Come si serve
A che temperatura si servono gli spumanti?
A. Ghiacciati (0 °C)
B. Temperatura frigo (4-6 °C)
C. 6-8 °C
D. Come i vini bianchi

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Friularo n.
Etimologia.
Due sono le interpretazioni del nome Friularo: secondo alcuni fa riferimento ad una provenienza friulana del vitigno; secondo altri deriverebbe dal latino “frigos” o “frius” (freddo), a richiamare la tardività della sua maturazione.
Origini.
Identificato oggi come un particolare biotipo di Raboso del Piave, il Friularo fu citato già nella seconda metà del 1700, quando il poeta veneziano Ludovico Pastò scrisse una poesia sul vino intitolata “El Vin Friularo de Bagnoli”, dove l’autore, entusiasta bevitore di Friularo, per ben trenta pagine ne declama la bontà e le virtù.
Diffusione.
Come Friularo, questo biotipo di Raboso è diffuso esclusivamente nella zona di Bagnoli.
Ambiente.
Adiacente alla zona dei Colli Euganei vi è la DOC Bagnoli, riconosciuta nel 1995, che stende i propri vigneti nei terreni alluvionali della Bassa Padovana. I vitigni sono quelli tradizionali del territorio come il Friularo, il Merlot, il Cabernet ed il Carménère.
Storia.
La coltivazione della vite nell’area bagnolese ha origni romane.
Nel 954 d.c. il duca Longobardo Almerigo donò al Vescovado di Padova il territorio che oggi corrisponde al comune di bagnoli di Sopra, zona di produzione del Bagnoli classico.
Dal XVII sec. I conti Widman resero famoso nella Serenissima ed all’estero il “vin Friularo”, decantato da poeti come il Ruzzante, Goldoni e Pastò.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Veneto
Bigolona b.
Cabrusina n.
Cavrara n.
Corvina n.
Corvina Veronese n.
Dall'Oro b.
Denela n.
Dindarella n.
Farinente n.
Forsellina n.
Friularo n.
Gambugliana n.
Garganega b.
Gatta n.
Molinara n.
Oseleta n.
Pomela n.
Prosecco
Raboso Piave n.
Raboso Veronese n.
Rondinella n.
Rossignola n.
Simerara n.
Tocai Rosso
Ussolara n.
Verdiso b.
Vespaiola b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy