venerdì 22 marzo 2019
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Dove si parla di vino
Chi ha dipinto la tela intitolata Il bevitore?
A. Umberto Boccioni (1882-1916)
B. Giacomo Balla (1871-1958)
C. Giorgio De Chirico (1888-1978)
D. Renato Guttuso (1912-1987)

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Molinara n.
Etimologia.
Per la ricca presenza di pruina sulla buccia, l’uva sembra quasi infarinata. Da qui gli epiteti di Uva del mulino, Mulinara o, appunto, Molinara.
Origini.
Poco si sa sulla sua origine: le prime notizie di questa varietà risalgono agli inizi del 1800, ad opera del Pollini (1818).
Diffusione.
Appare molto diffuso in tutta la provincia di Verona, particolarmente nella zona del Garda, in Valpolicella e in Valpantena. Rientra per esempio nella composizione del Bardolino Superiore Docg e del Bardolino Doc, a cui regala fragranza, accanto a corvina e rondinella. È coltivato in piccola percentuale anche in Lombardia.
Ambiente.
L’ambiente della provincia veronese è composito: si passa dalle rive del lago di Garda, con le dolci colline moreniche, alle distese ghiaiose del primo tratto della Val d’Adige, alle pendici dei monti Lessini, di natura calcarea.
Storia.
Già all’epoca dei Romani si producevano buoni vini in questa regione. Intorno al 1000 la coltivazione della vite raggiunse una grande espansione, sostenuta ancor più dalla Repubblica di Venezia. A buon diritto si parla, nel XVI secolo, di “belle vigne” e di vini “perfettissimi”.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Veneto
Bigolona b.
Cabrusina n.
Cavrara n.
Corvina n.
Corvina Veronese n.
Dall'Oro b.
Denela n.
Dindarella n.
Farinente n.
Forsellina n.
Friularo n.
Gambugliana n.
Garganega b.
Gatta n.
Molinara n.
Oseleta n.
Pomela n.
Prosecco
Raboso Piave n.
Raboso Veronese n.
Rondinella n.
Rossignola n.
Simerara n.
Tocai Rosso
Ussolara n.
Verdiso b.
Vespaiola b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy