mercoledì 13 dicembre 2017
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Come si compra
Quale delle seguenti affermazioni sul grado alcolico di un vino NON è corretta?
A. Viene espressa in % sul volume complessivo
B. La % indica i millilitri di alcol presenti in 100 millilitri di prodotto
C. Per i vini a Denominazione di Origine i valori minimi del grado alcolico sono stabiliti dai rispettivi disciplinari
D. Può non comparire in etichetta

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Cagnulari
Etimologia.
Il nome Cagnulari ha origine ignota, anche se si pensa che abbia la stessa radice di Cagnina e Canaiolo.
Origini.
Il Cagnulari è un vitigno a bacca rossa di probabile origine spagnola diffuso soprattutto nel sassarese. In Gallura viene chiamato a volte “Caldareddhu”.
Deriva con tutta probabilità dal Bovale di Spagna, sebbene per molti caratteri sia confrontabile con il Mourvedre.
Diffusione.
Il Cagnulari viene coltivato soprattutto nei terreni di Usini, con interessanti realtà dedicate a questo vitigno anche nei comuni di Ossi, Tissi, Uri, Ittiri, Sorso ed Alghero.
Ambiente.
Usini sta a questo angolo di Sardegna come Greve sta al Chianti e Valdobbiadene sta al prosecco.
Un vasto paesaggio collinare vede alternarsi terrazzamenti con vite ed ulivi.
Storia.
Il borgo di Usini è molto semplice, ma basta lasciare il paese per scoprire importanti monumenti d'arte, a partire dall'abbazia di Nostra Signora di Paulis, fondata nel 1205 da Comita II, giudice di Torres (l'antica Sassari), ma già in rovina nel Quattrocento.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Sardegna
Albaranzeuli b.
Arvesiniadu b.
Bovale n.
Caddiu n.
Cagnulari
Cannonau n.
Caricagiola r.
Carignano n.
Girò n.
Malvasia di Sardegna b.
Monica n.
Nasco b.
Nieddera
Nieddu n.
Nuragus b.
Pascale n.
Retagliado b.
Torbato b.
Vermentino b.
Vernaccia di Oristano b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy