domenica 05 luglio 2020
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Enologia
Quale di questi vini non è considerato un vero e proprio “vino speciale”?
A. Vino spumante
B. Vino aromatizzato
C. Vino passito
D. Vino liquoroso

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Ruché
Etimologia.
Il nome Ruchè sembra possa derivare da “roncet” (degenerazione infettiva di origine virale), per la sua maggiore resistenza alla virosi rispetto ad altri vitigni coltivati in zona come Grignolino e Barbera.
Origini.
Le origini di questo vitigno sono remote ma prive di indicazioni precise. La zona di origine sembra sia da ricercarsi nella attuale provincia di Asti sulle colline a nord-ovest, precisamente nel Monferrato.
Utilizzato oggi esclusivamente per la vinificazione, se ne ricorda tradizionalmente un consumo diretto in ambito familiare.
Diffusione.
La sua coltivazione è limitata alla sola zona d’origine, con centro nel Comune di Castagnole Monferrato.
Ambiente.
Il territorio del Basso Monferrato si estende, in provincia di Alessandria, lungo il Po tra Casale e il confine della provincia di Asti.
I terreni variano molto, passando dalle composizioni prevalentemente argilloso-calcaree della parte più vicina ad Asti fino ai suoli sabbiosi e sciolti tipici dell’alessandrino.
Storia.
Questo territorio cominciò ad avere una sua storia con l'affermarsi del regime feudale, a cui si sovrapposero fra continui contrasti due potestà: quella dell'lmperatore e quella del Papa. Questa storia travagliata ha lasciato però monumenti, castelli e superfici vitate che oggi segnano un ambiente assolutamente unico.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Piemonte
Arneis
AvanĂ  n.
Barbera d'Avi n.
Barbera n.
Barbrassa n.
Becouet n.
Blanchet b.
Bonarda Piemontese n.
Brachetto n.
Brunetta di Rivoli n.
Cortese
Dolcetto n.
Doux D'Henry n.
Erbaluce di Caluso
Favorita b.
Freisa
Gamba di Pernice
Grignolino
Grisa Nera n.
Grisa Roussa rs.
Malvasia di Casorzo
Malvasia di Schierano n.
Moscato Bianco b.
Nascetta b.
Nebbiolo n.
Neretto n.
Pelaverga Piccolo
Plassa n.
Quagliano n.
Rastajola n.
Ruché
Timorasso
Uva Rara n.
Uvalino n.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy