lunedě 25 maggio 2020
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Come si fa
Nella scelta delle bottiglie per l’imbottigliamento quale abbinamento non è corretto?
A. Per i vini rossi si scelgono le bottiglie Borgogna o Bordolese
B. Per i vini passiti o speciali si scelgono bottiglie di vetro scuro
C. Per gli spumanti si usa la champagnotta
D. Per i vini banchi si scelgono le bottiglie renane

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Terrano n.
Etimologia.
Il prefisso “ter”, di origine tedesca, significa “catrame” ed evoca il carattere ruvido del vino, dalla colorazione nerastra. È chiamato anche Terrano del Carso o Terrano d’Istria, mentre in dialetto è definito semplicemente Teran.
Origini.
La storia di questo vitigno è molto antica. Per alcuni studiosi da qui deriverebbe l’antico Pucinum, uno dei vini più noti in epoca romana.
Diffusione.
È molto diffuso in Istria e nel Carso, ma è coltivato soprattutto sulle colline triestine (rientra nella Doc Carso Terrano). Fa una piccola comparsa in Emilia Romagna nelle Doc Cagnina di Romagna e Colli di Rimini.
Ambiente.
Nel Carso, estremo lembo sud-orientale della regione, al confine con la Slovenia, i terreni sono aridi, sassosi, ricchi di ferro. Pare che il nome stesso “Carso” derivi da una parola celtica che significa “paese di roccia”.
Storia.
Si racconta che la moglie di Ottaviano Augusto, Livia Drusilla, attribuisse la propria longevitĂ  alle virtĂš terapeutiche del vino Pucinum.
Negli Annali del Friuli del Manciano, opera del XIII secolo, si ricorda l’omaggio di vino “Terrain” che il Comune di Udine faceva ai personaggi illustri in visita alla città.
Per il suo alto contenuto di ferro, era somministrato un tempo alle ragazze della zona per prevenire l’anemia.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Friuli Venezia Giulia
Cianorie n.
Cividino n.
Corvino n.
Forgiarin n.
Francavidda b.
Franconia n.
Fumat n.
Malvasia istriana b.
Negrat n.
Piculit neri n.
Refosco dal peduncolo rosso n.
Ribolla Gialla b.
Schioppettino n.
Sciaglin b.
Tazzelenghe n.
Terrano n.
Tocai friulano b.
Ucelut b.
Verduzzo friulano b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy