domenica 28 novembre 2021
Per vedere tutte le interviste ai produttori accedi alla sezione "le interviste".
Enologia
Cosa si intende per “lieviti selezionati”?
A. Ceppi di lieviti selezionati dall’industria enologica
B. Ceppi di lieviti indigeni selezionatisi naturalmente durante i secoli
C. Ceppi di lieviti che spontaneamente hanno la meglio sugli altri durante la fermentazione alcolica
D. Ceppi batterici che sopravvivono all’azione dei lieviti durante la fermentazione malolattica

Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.

Approfondimenti di varie tematiche e il glossario con la spiegazione dei termini di maggiore uso nel mondo del vino.

VIP, degustazione itinerante di vini autoctoni italiani, è un progetto di valorizzazione del territorio rivolto ad appassionati e operatori del settore.

Il Banco d’Assaggio è un incontro di approfondimento tematico, nel quale, con il commento di un esperto, vengono degustati vari vini autoctoni in abbinamento al cibo.

Scopri le nostre ultime pubblicazioni e scarica "Vitinera", il semestrale di AutoctonO, nato per informare appassionati, produttori ed enti locali delle nostre iniziative.

Vuoi essere costantemente informato sugli eventi e sulle iniziative di AutoctonO? Direttamente nella tua casella di posta elettronica notizie, approfondimenti e curiosità.
Inserisci la tua e-mail

Vuoi informazioni riguardo i nostri servizi? Desideri chiarimenti o hai delle curiosità? Contattaci tramite l’apposito modulo. Il nostro compito è darti risposte.
Download Adobe Reader Download Adobe Flash Player
Pigato b.
Etimologia.
Il nome Pigato deriva dalla voce dialettale “pigau”, che significa macchiettato, oppure, secondo alcuni, potrebbe provenire dal latino picatum, termine indicante il vino aromatizzato con pece del tempo dei Romani.
Origini.
Non vi è certezza assoluta sull’origine di questo vitigno, tutto fa però credere che la sua terra di origine sia stata la Spagna. Approdato dapprima in Corsica (XIII sec.), nel periodo di dominazione genovese (XIV-XVIII sec.) arriva in Liguria e, da lì, in Sardegna e in Piemonte. Ormai certa è la sua identità con la Favorita piemontese e il Vermentino sardo.
Diffusione.
In Liguria, il Pigato è coltivato nella Riviera di Ponente: in provincia di Savona, nella piana di Albenga e nella valle dell’Arroscia, in provincia di Imperia.
Ambiente.
La Riviera Ligure di Ponente è una sottile striscia di terra, spesso impervia, sassosa, difficile da lavorare, formata da terre rosse di origine marnoso-calcarea. Qui la vite è coltivata prevalentemente ad alberello, in vigneti disposti sia su terrazze vicino al mare, sia nell’entroterra.
Storia.
I Liguri ebbero intensi contatti con i Greci e i Romani: lo testimoniano i favorevoli apprezzamenti che i vini di questa zona raccolsero fin dai tempi dello storico greco Strabone.
Il vino ligure ebbe fortuna e successo dal 1500 fino a oltre la metà dell’Ottocento, dopo di che la peronospora e la fillossera ne decimarono gli impianti, segnando un lento declino contrastato stoicamente da alcuni produttori che negli ultimi anni hanno puntato tutto sulla qualità dei vini e sulla valorizzazione delle varietà locali.
Oltre 300 schede dei principali vitigni autoctoni italiani divisi per regione di origine.
Scegli la regione.
Liguria
Albarola b.
Bianchetta Genovese b.
Bosco b.
Pigato b.
Pollera Nera n.
Rollo b.
Rossese Bianco b.
Vermentino b.
 
 
Le immagini dei vitigni sono tratte da "Vitigni d'Italia" edito da Calderini Edagricole, 2001.

webconcept: variantezero.com
home pagechi siamodicono di noipartnerscontattidomande
vino in piazzabanchi d'assaggiopubblicazioni privacypolicy